Sagra del Fanciullo ad Agordo
20 maggio 2018
Bilancio annuale 2017
5 novembre 2018

Progetto RITROVARE LE PAROLE

La psicoterapia è già avviata, per info chiamare:

Carmen 3474084213; Francesca 3397937503

Il gruppo A.M.A. MAIpiùSOLI si riunisce per il primo incontro il giorno 16/01/2019 alle h 20:15

a Sedico, via Marconi 58, (Casa Conz) c/o coop Blhyster

FINALITA’

L’Associazione Dafne si propone di offrire un percorso di psicoterapia specifica destinato ad adulti che presentano fasi acute per gli esiti da traumi infantili e attivare un gruppo A.M.A. permanente

OBIETTIVO

Adottare la presa in carico terapeutica per la promozione del ben-essere delle persone che si rivolgono all’Associazione, accompagnarle verso la consapevolezza che si può reagire alle esperienze traumatiche in maniera positiva in un percorso di rielaborazione – aiutarle a perdonare sé stesse, pensare che ci può essere un altro modo di rapportarsi con i bambini, perché le esperienze vissute non rappresentano l’unica possibilità di essere aiutare ad essere adulti e genitori tutelanti

ORIGINALITÀ DEL PROGETTO

Gli adulti, che presentano gli esiti acuti e/o cronici per violenze subite in età infantile, hanno una probabilità tre volte superiore rispetto agli altri di sviluppare una patologia psichiatrica. I costi sociali ed economici sono importanti e spesso riguardano tutta la vita del paziente.

Le manifestazioni patologiche sono affrontate secondo protocolli generici.

Il progetto vuole affrontare queste problematiche risalendo alla causa primaria mettendo a disposizione un doppio strumento specifico, di cui il territorio è privo.

TARGET

Adulti con esiti da traumi subiti in età infantile

STRUMENTI

Il progetto utilizza due strumenti:

  1. interventi di psicoterapia e
  2. formazione di gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto “MAIpiùSOLI”

1. Gli adulti con esiti da traumi infantili presentano un quadro clinico fortemente variabile con evoluzioni spesso gravi. La loro presa in carico viene affidata ad una professionista con specifica preparazione. Ciascun caso avrà valenza terapeutica già dal momento dell’accoglimento della domanda che può provenire da soggetti diversi e sarà modulato in relazione a diverse variabili: tipo di invio, abuso accertato o ancora da accertare, età dell’abusato, tipo di violenza subita, gravità, precocità e durata della violenza. La valutazione diagnostica prevede almeno tre incontri della durata di un’ora ciascuno, che mirano ad individuare:

-la presenza e l’entità del disagio

-il danno psicologico in atto e l’eventuale danno futuro

-la necessità e possibilità di un progetto terapeutico

In questa fase valutativa si cerca di approfondire il mondo interno della persona, di dare un senso alle sue manifestazioni sintomatiche, di individuare gli aspetti strutturali della sua psiche. Al termine della fase valutativa si concorderà con il soggetto l’iter terapeutico che può prevedere un percorso psicoterapeutico (ad indirizzo psicodinamico) e/o l’attivazione di strumenti diversi come la richiesta di collaborazione e supporto ad altri serviz

2. Il gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto, considerato un’ottima metodologia di trattamento per affrontare particolari situazioni di disagio, si svolge secondo il seguente principio: “tu solo ce la puoi fare, ma non ce la puoi fare da solo”.Il Gruppo rappresenta un metodo di aiuto e supporto e questo progetto ritiene sia utile affiancarlo al percorso di psicoterapia.

Il contesto del Gruppo offre ai soggetti l’occasione di raccontarsi e ascoltare, imparando gradualmente che questo non comporta nessuna catastrofe soggettiva. La funzione principale è quella di fornire aiuto e sostegno ai vari membri del Gruppo, che si confrontano da pari per assicurarsi reciproca assistenza. Questa funzione trae energia negli sforzi di ciascuno che riceve e offre aiuto, valorizzando la consapevolezza di aver vissuto in prima persona le situazioni traumatiche di tutti gli altri. La condivisione offre la possibilità di osservare la propria problematicità da punti di vista differenti

MODALITA’ DI ACCOGLIENZA

Per la psicoterapia e per il gruppo “MAIpiùSOLI”

  • le persone arrivano all’Ass. Dafne spontaneamente
  • le persone vengono indirizzate all’Ass. Dafne dai servizi socio- sanitari dell’AULSS Dolomiti, dai reparti ospedalieri, dai medici di base e da Ass. private. In questo caso si prevede un’eventuale restituzione, quando richiesta, e comunque con il consenso della persona stessa.

Il gruppo “MAIpiùSOLI” sarà costituito da un numero massimo di 10 partecipanti. Si prevedono più gruppi nel caso l’affluenza sia alta.

Il/i gruppo/i prevedono la presenza di un Facilitatore, cioè di una persona professionalmente accreditata, che aiuti la comunicazione tra i partecipanti, in modo che la stessa sia efficace e il passaggio delle informazioni sia valido. La partecipazione al gruppo costituisce una prima fase di formazione, da completare, per un eventuale futuro ruolo di facilitatore

DURATA DEL PROGETTO

Il progetto ha una durata di 24 mesi.

La psicoterapia è già avviata, per info chiamare:

Carmen 3474084213; Francesca 3397937503

Il gruppo A.M.A. MAIpiùSOLI si riunisce per il primo incontro il 16/01/2019 alle h.20,15 a Sedico, via Marconi 58, (Casa Conz) c/o coop Blhyster

TEMPI

-per la psicoterapia:

per ciascun soggetto sono previsti 3 incontri preliminari di valutazione. Il percorso terapeutico sarà valutato dalla psicologa e la cadenza delle sedute, fino ad un totale massimo di 10 incontri di 1h, sarà concordato con la persona stessa

– per il gruppo “MAIpiùSOLI” gli incontri saranno settimanali o quindicinali della durata di 2h ciascuno.

LUOGHI

La psicoterapia si svolgerà c/o lo studio privato della psicologa. Gli incontri del gruppo “MAIpiùSOLI” presso la sede della cooperativa BLISTER

DIFFUSIONE

L’Associazione Dafne ritiene importante l’informazione, poiché il territorio non offre al momento servizi specifici per questo tipo di problematicità. Si provvederà a pubblicizzare in maniera capillare con volantini informativi sfruttando luoghi pubblici come ospedali, ambulatori medici, scuole, centri giovani, supermercati, ecc… Si promuoverà una campagna stampa per i quotidiani e i periodici locali e comunicati per radio e tv.

Si prevede di organizzare un evento di presentazione del progetto.

COSTI

L’accesso alla psicoterapia e al gruppo “MAIpiùSOLI” è gratuito

MONITORAGGIO E VALUTAZIONI

Si prevedono a scadenza semestrale incontri con i collaboratori esterni per considerare l’avanzamento del progetto e della sua corsa verso l’obiettivo stesso.

 

Responsabile

Francesca Pallotta

Presidente Associazione Dafne

Ritrovare le parole

Ritrovare le parole